IL TEAM

Andrea

Andrea

CEO di Nastro Lab
Elisa

Elisa

CEO di Nastro Lab e responsabile Parole di Tessuto

LA PRODUZIONE

La produzione dei nastri parte con l’arrivo delle rocche di filo colorato nel nostro laboratorio, che vengono caricate dagli addetti sui telai meccanici. Successivamente, in base alla lavorazione desiderata dal cliente, il telaio viene configurato per la realizzazione del nastro. Infine il nastro viene tagliato a caldo tramite macchine apposite oppure tagliato a mano della lunghezza desiderata e viene applicato il gancio per la medaglia.

I cordoncini vengono creati con un’altra procedura: i rocchetti di filo colorato vengono caricati dagli addetti all’interno di macchine trecciatrici di varie misure a seconda della dimensione del cordoncino, poi vengono tagliati a caldo con l’apposita macchina e infine viene applicato il gancio per la medaglia.

trecciatrice-cordoncini

Le coccarde vengono prodotte interamente a mano, in raso o in poliestere: per prima cosa, se il cliente lo desidera, vengono tagliate le code per la successiva applicazione, poi la coccarda viene cucita a mano e infine può essere completata con spilla da balia oppure con linguetta metallica e con un adesivo nel disco centrale.

LA STORIA

1958 – In un’Italia del dopoguerra ed in una Montebelluna polo leader della calzatura, Ernesto Caeran fonda la Fabbrica Lacci.

Grazie alla sua passione per il lavoro manuale ed allo spirito imprenditoriale che lo guida, egli riesce a creare lacci di diverse tipologie allo scopo di esaudire le più svariate richieste.

1989 – La Fabbrica Lacci passa alla seconda generazione e diventa Brufatto Nastrificio.

Grazie all’intuizione della titolare Mariantonietta Brufatto la produzione di nastri e cordoncini invaderà il settore della premiazione sportiva senza però trascurare la calzatura e la vasta scelta di colori, lavorazioni ed accessori renderanno l’azienda leader indiscussa in molti settori.

2018 – Alla terza generazione Brufatto Nastrificio diventa Nastro Lab. Mariantonietta lascia la guida ai figli Elisa ed Andrea.

Con la promessa di raccogliere con orgoglio l’eredità del nonno Ernesto e di continuare con lo stesso entusiasmo della mamma Mariantonietta, Elisa ed Andrea si impegnano nella ricerca di un prodotto all’avanguardia ed attento alle nuove esigenze.

La ricchezza di una famiglia forte alle spalle, la consolidata esperienza nell’uso dei macchinari per la produzione di nastri e cordoncini e la voglia di trovare nuovi prodotti da proporre fanno di Nastro Lab un nuovo ed entusiasmante laboratorio di ricerca.